Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Nella rivolta al carcere di Foggia spicca un nome ben conosciuto nella nostra comunità.

Tra gli evasi Ivan Caldarola non passa inosservato.
È il figlio della boss Monica Laera sotto processo a Bari per aggressione e minacce a Maria Grazia Mazzola.
L’inviata del Tg1 indagava anche sui precedenti criminali del “rampollo”.

Per questo motivo chiediamo alle forze dell’ordine di alzare il livello di attenzione e di protezione nei riguardi di Maria Grazia Mazzola.

Lazzaro Pappagallo
Segretario Associazione Stampa Romana

stamparomana.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy