Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
“Noi testimoni di giustizia non abbiamo avuto alcun segnale di attenzione della ministra dell’Interno Lamorgese, nonostante abbiamo fatto domande per la risoluzione delle problematiche. Ci troviamo costretti a radunarci davanti al Viminale per il prossimo 10 dicembre”. Sono queste la parole del testimone di giustizia, Luigi Coppola, presidente dell'associazione antiracket Movimento per la lotta alla criminalità organizzata, che in un comunicato ha annunciato il presidio davanti alla sede del Ministero dell’Interno. “Sembra che la ministra non conosca le difficoltà di chi denuncia. In primis ci sono mancanze delle assunzioni e poi le revoche delle scorte, elemento indiscusso per la nostra incolumità. - ha spiegato Coppola - Questo Governo è seriamente in difficoltà nella comprensione di cosa vive chi ha denunciato la crimintalità organizzata. - ha concluso - Speriamo che con questo presidio possa nascere nella ministra l'umiltà dell'ascolto”.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy