Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Roma. La 'ndrangheta resta "probabilmente la mafia piu' pericolosa in campo nel nostro Paese in questa fase storica". Lo ha ribadito il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, in audizione davanti alla commissione Antimafia. "Le indagini - ha premesso il ministro - confermano la struttura verticale dell'organizzazione, fortemente strutturata su base territoriale, con articolazioni su piu' livelli ed organismi di vertice che si avvalgono del rispetto di usanze e ritualita' consolidate in un connubio del tutto peculiare tra arcaicita' e modernita'". Rimane "forte la propensione all'internazionalizzazione delle attivita', soprattutto con riferimento agli interessi criminali che collegano l'Europa e il Sud America" e si consolida "il primato nel narcotraffico mondiale". I soldi derivanti dal commercio delle sostanze stupefacenti, dalle infiltrazioni negli appalti pubblici e dalle estorsioni vengono "reinvestiti nel circuito dell'economia legale" mentre "si amplia il raggio di azione in territori lontani da quelli di origine, in regioni ritenute fino a poco tempo fa esenti dalla sua presenza, come Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia”.

AGI

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy