Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

“Non si faccia l’errore di ritenere incostituzionale l’ergastolo ostativo. La decisione della Grand Chambre deve, però, innescare una seria riflessione sulla necessità di apportare correttivi in grado di rendere ancora più efficace la nostra legislazione antimafia. Per combattere il sistema criminale di tipo mafioso non basta più solo uno Stato autorevole, servono strumenti evoluti che ci consentano di abbattere i tempi della risposta giudiziaria. Abbiamo tutti bisogno di una giustizia più moderna ed efficace. Va acquista la consapevolezza che di questi temi non si può più discutere, in modo più o meno dotto, senza coinvolgere la comunità internazionale. È compito nostro, che conosciamo a fondo il fenomeno mafioso e che abbiamo vissuto sulla nostra pelle la stagione delle stragi, far comprendere appieno che una evoluta strategia di contrasto deve passare dall’impegno congiunto di tutti gli Stati, chiamati a sviluppare una rinnovata sensibilità antimafia che consenta di superare definitivamente gli ostacoli posti dalle fisiologiche differenze ordinamentali”. Lo ha dichiarato Giuseppe Lombardo, procuratore aggiunto di Reggio Calabria, in un messaggio inviato al massmediologo Klaus Davi che lo ha reso noto.

telemia.it

Foto © Paolo Bassani

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy