Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.



Presentazione con Raggi, Formigli e Cascini
Roma. 'Casamonica, viaggio nel mondo parallelo del clan che ha conquistato Roma'. il libro di Nello Trocchia edito da Utet che è stato presentato questa sera nella Sala della Protomoteca del Campidoglio dall'autore, da Corrado Formigli nelle vesti di moderatore, dal magistrato Giuseppe Cascini (consigliere del Csm) e dalla sindaca Virginia Raggi. Formigli ha introdotto così l'incontro: "Un libro bellissimo, una sorta di epifania. casamonica nello trocchiaNello è un grande cronista che ci aiuta a raccontare quello che sta accadendo nel nostro paese, ma è anche uno scrittore. I Casamonica sono un'organizzazione criminale unica. Da parte di Nello Trocchia c'è sia la capacità di indignarsi, sia di incuriosirsi".
"Esistono numerose organizzazioni a Roma che usano il metodo mafioso nelle loro attività criminali
- ha spiegato Cascini -. Per anni questa verità non è stata vista con sufficiente chiarezza. Ora stiamo recuperando questo ritardo, con importanti successi della Procura di Roma in termini, per esempio, di sequestri e confische, che ammontano a circa 2 miliardi". Cascini, ex pubblico ministero del processo Mafia Capitale ha aggiunto: "Abbiamo bisogno di nuove leggi più severe, il Codice antimafia è uno strumento avanzato di contrasto. Abbiamo bisogno, da parte di tutti gli operatori e di tutte le istituzioni, da parte dei cittadini, di un impegno nell'affermazione della legalità, ciascuno nel suo ambito". "Per anni i Casamonica sono stati ampiamente sottovalutati", ha spiegato Trocchia che ha parlato di "un'agenzia criminale di servizi che ha avuto la possibilità di crescere. Sono entrati nel cuore della città da cui non sono stati mai espulsi. A creare una crepa nel muro di omertà sono state una serie di persone tra cui stranieri e donne mentre molti romani non si fidavano dello Stato e non denunciavano". Da parte sua, la sindaca Raggi ha promesso che "a Roma la lotta alla criminalità non si ferma".

ANSA


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy