Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

maggiani chelli giovanna 2 c BramoSestiniMaggiani Chelli, non è vendetta ma giustizia
Roma. "Il 'caso Provenzano' di queste ultime ore, inerente il 41 bis, ha di sicuro esacerbato gli animi. Annunciamo pertanto una raccolta di firme per una proposta di legge atta ad ottenere l'inasprimento del 41 bis e il mantenimento dell'ergastolo ostativo finchè ci sarà la mafia e per chi con la mafia collude". Lo sostiene la presidente dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage i via dei Georgofili, Giovanna Maggiani Chelli. "Non è vendetta come si tenta di dire, è giustizia, solo che in questo Paese c'è chi fa finta di non sapere cosa è la mafia visto che non l'ha provata sulla propria pelle, o ha degli interessi personali. E' vero che il 41 bis esiste da 26 anni, ma è altrettanto vero che sono 26 anni che qualcuno in questo Paese, cerca di abolirlo: hanno iniziato con le bombe del 1993 quella di Via dei Georgofili e non hanno più smesso. Mi si dica come ha fatto Giuseppe Graviano a mettere incinta la moglie in carcere a 41 bis, se le restrizioni fossero disumane... Riteniamo ci possa essere malafede e qualcuno possa voler fare abolire il 41 bis per far scarcerare i mafiosi rei di strage, usando impropriamente la parola umanità".

ANSA

Foto © Bramo Sestini

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy