Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

mascia pino c sfdi Pino Masciari
Pino Masciari: con grande rabbia e frustrazione apprendo dell’evento meschino verificatosi tra Nicotera e Limbadi. Un uomo è stato ucciso a colpi di fucile a Nicotera e solo pochi minuti prima, a Limbadi, sono state ferite tre persone, una delle quali imparentata con la vittima.
In Calabria vince ancora il potere della ndrangheta, vige il potere di farsi giustizia da sé. E’ una terra che sta morendo a colpi di fucile, sta morendo perché abbandonata a quelle famiglie criminali che dettano legge in libertà, senza timore di nessuno.  
Dovrebbe essere lo Stato a imporre la giustizia e regolare i rapporti tra i cittadini; invece le cosche 'ndranghetiste tengono in ostaggio la nostra regione, la sfruttano, la umiliano e fanno della Calabria una terra di cui vergognarsi.
Dobbiamo dire con forza, senza paura e urlandolo: ADESSO BASTA! La società civile deve ribellarsi a questa oppressione inaccettabile. Deve avere un sussulto d’orgoglio. Basta 'ndrangheta, basta criminalità organizzata. Rendiamo libera la nostra Calabria!
Hanno ucciso la speranza di tantissimi cittadini onesti, hanno ucciso la speranza di tantissimi giovani. Ce ne rendiamo conto? Ci accorgiamo che così la nostra regione muore?!
Risvegliamo le nostre coscienze! Alziamo gli occhi e la testa, respingiamo questi padroni illegittimi dalla nostra terra, riprendiamo in mano il nostro destino e ridiamo speranza alla Calabria.
Possiamo ancora costruire un futuro diverso!

Foto © S.F.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy