Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

angeli federica e virginia raggi c ansaLa giornalista al processo contro il clan. La Raggi in tribunale
Un applauso dei colleghi l'ha accolta quando ha lasciato il tribunale di Roma dopo avere ribadito in aula le accuse agli autori del conflitto a fuoco tra clan rivali di cui fu testimone oculare il 17 maggio del 2013 ad Ostia. Federica Angeli, cronista di Repubblica, vive sotto scorta da quel momento, da esattamente 1736 giorni. "Hanno provato in tutti i modi a privarmi della mia libertà - ha commentato lasciando piazzale Clodio - e sono riusciti a privarmi di quella fisica perché ho la scorta ma sicuramente io alle loro regole non ci sto e oggi posso dirvi che mi sento libera, è una bellissima sensazione. Non ho paura". Nel corso dell'udienza la giornalista ha ricordato che in questi anni ha ricevuto "minacce dirette e indirette, insulti sui social, avvertimenti. Anche figlio quando aveva 8 anni venne preso da mira da Carmine Spada che gli fece il segno della croce. Ricordo quando vennero sotto casa mia a brindare due imputati di questo processo che erano stati scarcerati. Vivo blindata, non posso neppure affacciarmi sul balcone di casa, da cui vidi le fasi del conflitto a fuoco". All'udienza era presenta anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, che ha voluto dimostrare la sua vicinanza alla giornalista. "Sono qui perché le istituzioni non devono mai lasciare soli i cittadini soprattutto quando si tratta di lottare contro la mafia - ha affermato -. Sono qui come sindaca della città per lanciare un messaggio forte e duro contro la malavita. Gli Spada sappiano che Roma non ha paura".

ANSA

Foto © Ansa

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy