Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

maggiani chelli giovanna 500Quando un soggetto viene condannato nell’ambito di reati mafiosi è sempre per noi interessante poichè chi più di noi in questo Paese ha subito un torto così grave? Siamo sempre stati i primi a dire che quando un carcerato è malato deve essere curato in un ospedale con strutture adeguate per ospitare e curare i detenuti, lo abbiamo sempre sostenuto per Riina come per il sig. Dell’Utri.
Il Tribunale di Sorveglianza di Roma supportato dalla PG ha sentenziato che il sig. Dell’Utri sarà curato al meglio negli ospedali della USL e questo basta. Non comprendiamo attacchi senza precedenti da parte di politici e personalità varie alla Magistratura nell’adempimento delle sue funzioni. E’ proprio con attacchi mirati e fuorilegge che noi abbiamo perso i figli.
Ci siamo costituiti parte civile nel processo a Palermo trattativa Stato Mafia, aspettiamo l’esito di indagini in corso sul fronte della strage di via dei Georgofili a Firenze, non resta che rispettare le leggi da parte di tutti: “A ognuno il suo, a ognuno il suo con grande correttezza”.

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy