Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

polizia roma c YARA NARDI F3PRESSMinniti primette linea dura: “La libereremo dalla mafia”
Roma. Pistole in azione per la seconda volta in tre giorni a Ostia. Sabato sera qualcuno ha sparato cinque colpi sulla porta blindata di Silvano Spada, cugino di Roberto, finito in carcere di massima sicurezza in Friuli per la violenza con metodo mafioso su Daniele Piervincenzi ed Edoardo Anselmi. Nessuno è rimasto ferito, Spada non era in casa. Poco dopo colpi di spranga, calci e pugni sulla porta di casa di Giuliano Spada, fratello di Silvano. Dopo la duplice gambizzazione in pizzeria di giovedì scorso, l'ipotesi è quella di una ritorsione e di un conflitto con la famiglia Fasciani, un tempo alleata. "Il tema della liberazione di Ostia dalla mafia sarà irrinunciabile", promette intanto il ministro Minniti.

ANSA

Foto © YARA NARDI/F3PRESS

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy