Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

ciotti luigi c ansaDon Ciotti Ostia la conosce bene. Perché con la sua associazione Libera si è battuto per una spiaggia della legalità nel Municipio romano. "Certamente c'è una democrazia molto 'pallida' nel nostro Paese. E quando la democrazia è pallida le mafie, la corruzione e l'illegalità sono più forti" - ha detto alla Radio Vaticana dando anche una lettura dei fatti di Ostia. "Ciò che è successo, un gravissimo episodio, non deve oscurare la presenza di un' altra Ostia, fatta di persone, associazioni che si ribellano a ogni forma di violenza e di sopruso", ha affermato. "L'aggressione è un fatto gravissimo ma occorre riflettere anche sulle condizioni che l'hanno resa possibile: quella mafiosità diffusa, la commistione di criminalità organizzata, politica ed economica che in diversi contesti ha raggiunto livelli allarmanti", ha aggiunto. Per Don Ciotti, "l'informazione vera, quella che va davvero a vedere come stanno le cose, è uno strumento indispensabile per aiutarci a capire i cambiamenti di fronte ai quali molti fingono di non vedere. Ben venga la indignazione generale, le manifestazioni e le iniziative di solidarietà, a patto che siano sincere, non occasionali, non strumentali".

globalist.it

Foto © Ansa

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy