Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

maggiani chelli c pressphotoCome un paio di scarpe nuove è arrivata la notizia della riapertura delle indagini sulla strage di via dei Georgofili.
Siamo preoccupatissimi che la notizia sia uscita sui giornali ora in sede di imminenti elezioni politiche, per le quali ogni giorno si scrive di probabili accordi elettorali strombazzati a destra e a manca.
Noi abbiamo bisogno di verità, di un processo per strage ai probabili concorrenti della mafia “Cosa nostra” non di manfrine da operetta fra Segretari di partito e compagni di “merende politiche” varie. 
Abbiamo bisogno che si capisca una buona volta cosa ci hanno fatto i “concorrenti della mafia” già affrontati in sede di indagine almeno tre volte e sempre archiviati.
E’ vero o non è vero che alla mafia è stato chiesto: “Vai in via dei Georgofili e massacra che ci torna comodo per fare politica?”
Se ci prenderanno in giro ancora una volta vorrà dire che fino ad oggi siamo stati circondati da vigliaccheria e opportunismo.

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

Foto © Pressphoto

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy