Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Roma. “La Commissione antimafia valuti attentamente il contenuto della circolare del Ministero della giustizia sull’applicazione del 41 bis, il regime di carcere duro”. Lo dice il senatore Giuseppe Lumia, capogruppo del Pd in Commissione giustizia e componente della Commissione parlamentare antimafia.

“E’ giusto – aggiunge – dettare principi per rendere omogenea la sua applicazione in tutti gli istituti di pena italiani. Tuttavia è necessario valutare la coerenza di questi criteri con la legge, che è molto rigorosa perché ha l’obiettivo di impedire che all’interno delle carceri i boss possano comunicare con l’esterno, continuando a svolgere il loro ruolo di capi dell’organizzazione ancora capaci di ordinare omicidi, stabilire quali appalti accaparrarsi, quali estorsioni fare e addirittura quale politico votare, solo per fare qualche esempio”.

“È necessario - conclude Lumia - che la Commissione faccia le verifiche del caso, alla luce delle scelte in materia fatte dal governo e che il Parlamento ha saputo implementare con norme altrettanto forti contro le mafie”.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy