Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Alla Camera dei Deputati si discute per dare la possibilità ai mafiosi che stanno a 41 bis, rei di strage, l’utilizzo di skype.
Perché i deputati non discutono sul fatto che i mafiosi hanno troppi privilegi rispetto alle loro vittime, e che skype sarebbe l’ultimo benefit in ordine cronologico?
C’è qualcuno in Parlamento che ricorda il “papello” di Riina per il quale sono morti i nostri figli, o dobbiamo venire con gli striscioni sotto al Parlamento a ricordarlo a chi di dovere?
Lo abbiamo detto in Commissione Antimafia che c’è del losco attorno all’applicazione del 41 bis, e non ci fermeremo davanti a quello che consideriamo un “vero e proprio attacco terroristico” al 41 bis in atto in queste ore.

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy