Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

vaccaro-notte-vincenzo-web13 anni fa l'uccisione di Vincenzo Vaccaro Notte
Sonia Alfano (Presidente Commissione Antimafia): "Un eroe figlio di un Dio minore"
3 novembre 2012
Palermo. “Vincenzo Vaccaro Notte è uno di quegli eroi figli di un Dio minore. Costretto, insieme con il fratello Salvatore, ad abbandonare il suo piccolo paese di Sant’Angelo Muxaro, in provincia di Agrigento, per cercare fortuna in Germania come pizzaiolo, viene ucciso quando, tornato alcuni anni dopo in paese, apre un’impresa di pompe funebri, colpevole di fare concorrenza ad un altro servizio di onoranze funebri, di proprietà di due fratelli ritenuti vicini alla mafia. Nè Vincenzo nè Salvatore si piegarono ai ricatti di Cosa Nostra. Il primo venne ucciso il 3 novembre del 1999, il secondo venne giustiziato un anno dopo. A denunciare tutto alle forze dell’ordine fu Angelo, altro fratello delle vittime, che per la sua collaborazione come testimone di giustizia, fu poi sottoposto al programma di protezione. Una storia emblematica, quella dei fratelli Vaccaro Notte. L’unico modo per onorare la loro memoria, è tutelare chi, oggi, decide di esporsi, rifiutando compromessi e denunciando il racket. Senza dimenticare le difficoltà dei testimoni di giustizia, per i quali non mi stancherò mai di chiedere maggiore rispetto e più tutela da parte dello Stato”.

Sonia Alfano, Presidente della Commissione Antimafia Europea, ricorda Vincenzo Vaccaro Notte, ucciso 13 anni fa a Sant’Angelo Muxaro (Ag).

Web: soniaalfano.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy