Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

18 febbraio 2012
Taranto. Si è costituito nella questura di Taranto Ivan Cavallo, di 23 anni, di Lizzano, sfuggito alla cattura il 14 febbraio scorso in occasione dell'arresto di 18 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, estorsioni, rapine, tentato omicidio e spaccio di droga. L'inchiesta, condotta dal pm della Dda di Lecce Alessio Coccioli, riguarda il presunto clan capeggiato da Vincenzo Stranieri, di 51 anni, di Manduria, detenuto da 27 anni, 19 dei quali in regime di carcere duro. Il boss, secondo gli investigatori, avrebbe continuato a gestire dal penitenziario di Terni le attività illecite, dettando gli ordini alla moglie Paola Malorgio e ad altri affiliati.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy