Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

9 febbraio 2012
Gela. L'interpool e gli agenti della squadra mobile di Caltanissetta hanno arrestato in un bar di Liegi, in Belgio, uno dei sicari della «Stidda» di Niscemi, Gaetano Trainito, di 49 anni, detto «Tanu occhiu di vitru», accusato di 14 omicidi, con condanne definitive già accumulate fino all'ottobre 2024. Era evaso l'11 novembre scorso dal carcere di Padova. Aveva ottenuto dalla magistratura un permesso per partecipare ai funerali della madre e dopo le esequie, lasciata Niscemi, era riuscito a rendersi irreperibile, raggiungendo Liegi dove vivono la moglie e i figli. Per sfuggire ai controlli, aveva affittato una casa nelle vicinanze della sua famiglia. Scoperto dalla polizia italiana grazie ad alcune intercettazioni telefoniche, mentre parlava con i parenti in Sicilia, e inserito nel «Sistema Schengen» di ricerca europea dei criminali, sono iniziati nella città belga gli appostamenti per eseguire l'ordine di cattura emesso dal procuratore della Repubblica presso il tribunale di Padova, Roberto Benedetto. L'operazione, denominata «Star Glass» è scattata, quando Gaetano Trainito è stato bloccato dai poliziotti all'interno del bar «Centro Culturale Italiano» di Liegi, al n.11 di Rue Thèodore Cuitte, mentre stava bevendo una birra. Le indagini hanno permesso di accertare che Trainito, uomo di spicco del clan Russo di Niscemi, era in procinto di trasferirsi in un rifugio più sicuro in Germania. Gli è stato notificato anche un ordine di carcerazione emesso il 20 gennaio scorso dalla corte d'appello di Milano perchè deve scontare altri 13 anni di reclusione per omicidio e associazione mafiosa. Si attende ora l'estradizione in Italia per molti altri processi in cui è imputato, tra cui quello col rito direttissimo per l'evasione di novembre.

ANSA

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy