Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

4 febbraio 2012
Torino. Beni sequestrati alle mafie per 70 milioni di euro, controllo sui patrimoni di 123 esponenti della 'ndrangheta, 61 persone denunciate per riciclaggio e altre 159 per reati societari, fallimentari, bancari e finanziari: sono alcuni dei risultati della vasta attività anti-criminalità della Guardia di Finanza in Piemonte nel 2011. A emergere è il contrasto alle mafie. I sequestri sono stati compiuti a carico di filiazioni della 'ndrangheta nel quadro dell'operazione «Minotauro», coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia ed eseguita dai carabinieri nei mesi scorsi. L'intervento dei finanzieri, richiesto dall'autorità giudiziaria, è stato sviluppato con complessi accertamenti patrimoniali a carico dei boss e dei rispettivi nuclei familiari. In un altro contesto, 29 indagini effettuate in materia di usura, che è considerato dagli investigatori un reato spia dell'esistenza di un'associazione di stampo mafioso, hanno consentito di denunciare 36 persone, di cui 5 arrestate e di sequestrare titoli di credito, valuta e beni immobili per un ammontare complessivo di oltre 400 mila euro.
Le Fiamme Gialle hanno scoperto che alcune organizzazioni criminali reimpiegavano i capitali illecitamente accumulati per mimetizzarsi nella società civile e nell'economia legale. Il monitoraggio dei flussi finanziari ed i 134 interventi effettuati nel 2011 dai Reparti della Guardia di Finanza del Piemonte hanno portato alla denuncia di 61 persone e di individuare importi o valori (oggetto appunto del reato di riciclaggio) per 12,1 milioni di euro, con il sequestro di 1,2 milioni. Nel 2011 sono stati anche numerosi i passaggi transfrontalieri di valuta in entrata ed in uscita dall'Italia: la Guardia di Finanza del Piemonte, a fronte di 169 soggetti 'verbalizzatì, in un solo anno sono riusciti a intercettare titoli e disponibilità finanziarie non dichiarate alla frontiera per circa 1,1 milioni di euro. I 91 filoni di indagine a contrasto dei reati bancari, finanziari, societari e fallimentari hanno portato alla denuncia di 159 persone, 24 delle quali arrestate, con il sequestro di 58,8 milioni di euro di beni e disponibilità finanziarie.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy