Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sequestro di beni per circa un milione di euro a due appartenenti alla 'Ndrangheta nel Vallo di Diano. Il Gico della Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un provvedimento emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Potenza nei confronti di Vito Gallo, 65 anni, e il figlio Cono Gallo, 41 anni, e ha notificato loro anche una misura di sorveglianza speciale con l'obbligo di soggiorno nel comune di residenza. Vito Gallo è stato condannato nel 2019 dal tribunale di Paola a 26 anni di reclusione per tentata estorsione e associazione a delinquere dedita al traffico di sostanze stupefacenti, ha precedenti penali per rapina, ricettazione e spedita di banconote falsificate, e, per gli inquirenti è affiliato alla cosca calabrese dei Muto di Cetraro. Cono Gallo è stato indagato per traffico di sostanze stupefacenti. Le indagini delle fiamme gialle salernitana hanno mostrato che i due avevano schermato il cospicuo patrimonio attraverso l'intestazione formale ai propri familiari. Sigilli a quattro fabbricati a Centola, Sala Consilina e Roma, quattro terreni a Sala Consilina e a beni aziendali riconducibili a un bar.

Fonte: Agi 

Foto: it.depositphotos.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy