Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Gli Stati Uniti d'America, nel tentativo di isolare ulteriormente la Russia, magari stringendo qualche accordo economico, guardano al Venezuela con sempre più interesse.
Per questo motivo, sabato scorso, una delegazione si è recata dal presidente Nicolas Maduro (in foto) per sondare un possibile riavvicinamento con il paese sudamericano e al contempo a garantire forniture petrolifere alternative a quelle russe, in vista di un possibile embargo sul petrolio russo.
"Sabato scorso una delegazione del governo degli Stati Uniti d'America è arrivata in Venezuela, e l'ho ricevuta qui al palazzo presidenziale - ha raccontato Maduro in un discorso televisivo - abbiamo avuto un incontro, potrei descriverlo come rispettoso, cordiale, molto diplomatico". Un incontro durato due ore, ha aggiunto il leader venezuelano, senza però entrare nel dettaglio delle questioni discusse. "Abbiamo deciso di lavorare su un'agenda a lungo termine - ha aggiunto - porteremo avanti la discussione, il coordinamento e un'agenda positiva per il governo degli Stati Uniti e per il governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela". L'incontro di sabato è stato quello di più alto livello tenutosi a livello bilaterale dopo le sanzioni imposte nel 2019 al Venezuela dalla precedente amministrazione americana di Donald Trump. Trump accusò Maduro di aver frodato le elezioni dell'anno precedente e riconobbe il leader dell'opposizione, Juan Guaido, come legittimo presidente. Tra le misure adottate anche il divieto per Caracas di vendere il proprio greggio, che rappresenta il 96% delle entrate statali, sul mercato americano. La delegazione americana volata a Caracas era composta dal Consigliere della Casa Bianca per l'America Latina, Juan Gonzales, dall'ambasciatore degli Stati Uniti in Venezuela, James Story, e dall'inviato speciale presidenziale per gli affari degli ostaggi, Roger Carstens. La portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ha precisato ieri che le parti hanno discusso "una serie di questioni, tra cui sicuramente la sicurezza energetica", e che il processo è "in corso".

Foto © Eneas De Troya

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy