Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

“Abbiamo fatto i cortigiani di grandi potenze e ora li lasciamo in una situazione drammatica”

"Quello che succede in Afghanistan è una vergogna di cui l'Occidente è responsabile”. Non l’ha mandata a dire don Luigi Ciotti, fondatore di Libera e Gruppo Abele. Ieri durante il dibattito pubblico a Festambiente il sacerdote è intervenuto parlando dell’Afghanistan e del caos in cui riversa il paese in questi giorni dopo il ritiro delle truppe statunitensi che hanno invaso e devastato il Paese per vent’anni. Un’invasione alla quale ha partecipato anche l’Italia con le proprie truppe. Ed è per questo che, ha affermato don Ciotti, “anche noi siamo responsabili, anche il Paese che io amo è responsabile perché siamo stati lì, abbiamo fatto i cortigiani di grandi potenze e ora li lasciamo in una situazione drammatica che è davanti gli occhi di tutti”. Di recente Don Ciotti ha anche ricordato l’amico Gino Strada, il medico chirurgo scomparso una settimana fa che insieme a Emergency ha operato soprattutto in Afghanistan. “Gino Strada, un caro amico, un lottatore, un uomo che ha vissuto non solo per sé ma per gli altri. Consapevole che il ‘bene’ non è mai passivo o neutrale, che ogni vero bene è figlio del costruire giustizia”.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Afghanistan, dopo 20 anni ancora tra tragedia e propaganda

Afghanistan, fatti e propaganda

Afghanistan, Gino Strada: ''USA concludono una guerra che hanno iniziato con false motivazioni'

Dentro Wikileaks: rapporto CIA sul sostegno europeo in Afghanistan

Sette miliardi per la missione dell'Italia in Afghanistan, il generale Mini: ''Stiamo lì solo per fare gli interessi Usa

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy