Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

tgr sicilia borsellino acfbdi AMDuemila - Video
La conferenza all’atrio di Giurisprudenza di Palermo su TGR Sicilia

Ventisei anni dopo la strage di via d’Amelio sono tanti ancora i “pezzi mancanti” per ricostruire una verità completa sulla bomba che uccise il magistrato Paolo Borsellino insieme agli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Se ne è parlato all’atrio della Facoltà di Giurisprudenza di Palermo, al convegno “Paolo Borsellino: pezzi mancanti di una strage annunciata”. “La morte di Borsellino è stata voluta da altro rispetto a Cosa nostra” ha detto a TGR Sicilia Anna Petrozzi, caporedattore di Antimafia Duemila e moderatrice dell’evento. Per Antonio Ingroia, ex pm e tra i relatori della conferenza, il depistaggio sulla strage di via d’Amelio è “collegato ancora una volta alla trattativa: Borsellino della trattativa aveva saputo e non si doveva consentire al magistrato di rivelare quella terribile verità”.

Guarda il video (servizio al quinto minuto): rainews.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy