Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

maggiani chelli giovanna govdi Giovanna Maggiani Chelli
"A chi fa paura la verità sulle stragi del 1993?"

Certo è, quando entrano in campo voci come quella del Prof. Costantino Visconti come oggi avvenuto dalle pagine del Giornale di Sicilia, un Professore tra l’altro che noi abbiamo voluto a Firenze ad un incontro nel merito della “contiguità alla mafia” proprio per avere una voce contro (giusto per una sorta di par condicio), ebbene un po’ dentro ti senti rimescolare. Quale la questione sollevata? Quella dell’intervento posto alla Camera dal Pm del processo per la trattativa Stato-Mafia, trattativa ormai conclamata dalle sentenze di Firenze nel processo Tagliavia passato in giudicato.
Nino Di Matteo invitato da un partito politico è andato a dire la sua alla Camera. Niente di trascendentale. E' un cittadino oltre che un magistrato serio ed efficiente.
Nino Di Matteo ha detto semplicemente che non ha nulla contro i magistrati che vanno in politica, non ha certo detto che lui andrà in politica, anche se potrebbe benissimo farlo.
Anche perché dove può trovare spazi oggi un magistrato, con l’aria che tira, dopo aver portato alla fine un processo come quello di Palermo trattativa Stato mafia?
In magistratura? Sotto scorta giorno e notte nel mirino di Riina giorno e notte?
In politica ci si salva lo abbiamo ben visto. Si pensi che i nostri figli sono morti per salvare la vita a 7 politici di grande spessore. Per l’appunto sette Ministri. L’illustre cattedratico tacita di fake news il dire del magistrato di punta della lotta alla mafia, perché ha palesato le pecche della legislazione antimafia mentre secondo lui, il Professore, già nel 2008-2009 furono prese misure drastiche per il 41 bis.
Se ciò che l’illustre Professore asserisce fosse vero, come mai oggi i mafiosi anche rei di strage non sono più a 41 bis e godono di sconti vergognosi nelle loro pene da scontare? E ad ogni stormir di fronda Riina chiede l’annullamento del 41 bis?
Noi è chiaro che stiamo con il pm Nino Di Matteo e se dopo il processo di Palermo andrà in politica ce ne faremo un ragione. Naturalmente ci domandiamo oggi, dopo l’articolo del Giornale di Sicilia: ma chi ha paura della verità sulle stragi del 1993? Su quella di via dei Georgofili?

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

ARTICOLI CORRELATI

Di Matteo, la strage di Capaci e i mandanti esterni

Ma senza carcere a vita 
la mafia ringrazia

Corruzione, Davigo: "Centrosinistra ostacolo a indagini. Ci ha genuflessi"

Davigo e Ardita, i paradossi della custodia cautelare: il luogo comune dell'abuso e le leggi per i colletti bianchi

Delinquere in Italia conviene




Video

  • All
  • Antonio Ingroia
  • Cosa Nostra
  • Our Voice
  • Palestina
  • Pietro Riggio
  • Salvatore Borsellino
  • Video

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL TEMPO DELLE FARFALLE

IL TEMPO DELLE FARFALLE

by Julia Alvarez

...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

...


MI PRENDO IL MONDO OVUNQUE SIA

MI PRENDO IL MONDO OVUNQUE SIA

by Letizia Battaglia, Sabrina Pisu

...

MAGISTROPOLI

MAGISTROPOLI

by Antonio Massari

...


IL LIBRO NERO DEL VATICANO

IL LIBRO NERO DEL VATICANO

by Gianluigi Nuzzi

...

OSSIGENO ILLEGALE

OSSIGENO ILLEGALE

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

...


LA STRAGE CONTINUA

LA STRAGE CONTINUA

by Raffaella Fanelli

...


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy