Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Nel 2004 esponenti di una cosca gelese della Stidda  avevano progettato un attentato per colpire Rosario Crocetta, all'epoca primo cittadino del grosso centro della provincia nissena ed attualmente Europarlamentare. Per realizzare l'intento omicidiario avevano ingaggiato un boss della criminalita' lituana Minijus Marijus Denisenko. Le intercettazioni che rivelano il piano si trovano nell'inchiesta Imperium. Si tratta di un'indagine su mafia e politica conclusasi nell' agosto 2004 . «Il sindaco ha la scorta, ma deve ritirarsi a casa», si sente in un'intercettazione effettuata sull'auto dell'imprenditore Rocco Di Giacomo. Il progetto di attentato si troverebbe negli atti dell'inchiesta Imperium. Si tratta di un'indagine su mafia e politica conclusasi ad agosto 2004, all'interno della quale vengono riportate diverse trascrizioni di conversazioni intercettate fra l'imprenditore Rocco di Giacomo, finito in manette il 10 agosto 2004 per usura e turbativa d'asta dell'omonima famiglia della stidda gelese e lo stesso Minijus Marijus Denisenko che aveva pronta la squadra per entrare in azione. L'attentato doveva avvenire l'8 dicembre 2004, per la processione dell'Immacolata. Nel dialogo fra i due si ascoltano frasi, o mezze frasi, a volte criptiche, che all'epoca avevano allarmato le forze dell'ordine. 

I verbali

(tratto da: conversazione ambientale del 04.12.03 avvenuta all'interno dell'autovettura Mercedes 220 targata BY 307 HR in uso a DI GIACOMO Rocco - Interlocutori: DI GIACOMO Rocco e DENISENKO Minijus Marijus)

Denisenko:     ...c'è qualche lavoro... c'è qualche lavoro?... (ride)

Rocco:     qua, si, lo mettiamo al lavoro

Denisenko:    ...inc. ...ammazzare a qualcuno... (ride)... inc.

Rocco:        ... inc. ...

Denisenko:    .... no non parliamo questi...

        Omissis

Denisenko:    ma non è grosso problema? ... inc. ...

Rocco:        no... detto avvocato lì, parlato con ispettore ... no, no inc. ... bravo compare come va...io bello ricordo di Lituania... molto...

(...)

Rocco:        Giovanni Brusca, papà ah! Grande uomo inc. ... morto in galera da... da uomo!

Denisenko:    operiamo come squadre di Corleone?

Rocco:        ah, si, si, si...

Denisenko:    uguale... da Kaunas... inc. ... dove io nato, questa squadra anche come Corleone... u capisti?...

Rocco:        ... tu conosci paese? Gela? poco...

Denisenko:    ... inc.

Rocco:     lo conosci bene?

Denisenko:    ... inc. ... da solo camminato...

(...)

Denisenko:    ... si quando arrivato qua, ho visto te, una volta vicino a Municipio, due volte non una...

Rocco:        ... due o una volta?

Denisenko:    eh...

Rocco:        ... non sei entrato al Comune?

Denisenko:    e sei uscito con una, con una donna grossa bionda che parlato... cento metri dove... la montagna inc.

Rocco:        ah si, si..

(...)

Rocco:        ... Carabiniere... lui avere, questo Sindaco... la radio...

Denisenko:    ...uhm uhm...

Rocco:        ... e tu quando parli lui ... sente tutto coi carabinieri ... avere anche guardie del corpo, due finanzieri... capito?... questo carabinieri, tutto carabinieri...

Denisenko:    ... qua americani si? (presumibilmente indica la base di Sigonella)

Rocco:        ...si... però adesso lui andare casa... e come andare a casa...

Denisenko:    ah ah ah!

Rocco:        ... tutti in testa.. perché questo è... dice sempre sul giornale "Gela mafioso... io contro la mafia... Gela tutti mafiosi ... io essere pulito..." ... questo qui e allora chiamato anche giudice e dire lo voglio due... ehh... come dire, la scorta...

Denisenko:    ...si, si

Rocco:     ... due finanzieri sempre vicino...

Denisenko:    ... ho capito...

Rocco:        ... paura!! casa sua ha messo ch.. cosa... come dire... eeh... lampade... è tutto chiuso ... casa del Sindaco... finocchio...

Denisenko:    ... ho capito!!

Omissis

Denisenko:    ... a Gela quante squadre?

Rocco:        tre...

Denisenko:    tre squadre...

Rocco:     una famiglia si è rotto, due... l'altra famiglia, no rotta... più grande...

Denisenko:    ahhhhh.....

(...)


ANTIMAFIADuemila N°41

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy