Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Il femminicidio di Giulia Cecchettin è il centotreesimo quest’anno. Un’altra morte annunciata, quasi un algoritmo della violenza con un copione ahimè risaputo. Tra una settimana tutti ci riempiremo la bocca di parole per condannare la violenza contro le donne. Tutti a chiedersi come mai, a piangere e condannare quando ormai è tardi eppure, nonostante le pressanti richieste delle Associazioni che lavorano sul campo e conoscono bene la cultura che porta a questa strage, le istituzioni si scandalizzano ogni volta che si chiede di fare prevenzione lavorando sull’educazione dei bambini e delle bambine di questo paese per cambiare dalle basi la cultura maschilista, patriarcale e sessista, che impedisce ogni vero cambiamento. La stessa che fa ancora credere agli uomini che le donne siano di loro proprietà e purtroppo alle donne stesse che il senso del possesso sia una delle tante coniugazioni dell’amore. Quanto ancora dobbiamo aspettare? Credo sia arrivato il momento che anche gli uomini si facciano carico insieme a noi di questo dramma che non è una cosa “da donne”, ma li riguarda in prima persona e soprattutto non è ineluttabile come un destino avverso bensì è solo un’eredità culturale che può e deve essere cambiata. Siamo tutti figli di un analfabetismo sentimentale che considera la prevaricazione e la violenza come aspetti possibili della relazione tra un uomo e una donna, un dato di fatto che vede i maschi e le femmine imprigionati in questi ruoli rigidi, legittimati da una società patriarcale. Ma solo se saremo uniti e complici riusciremo a compiere una rivoluzione. Ora".

Tratto da: facebook.com

In fofo: "Ophelia" di John Everett Millais
  

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos