Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di Movimento Agende Rosse
Pubblichiamo un commento dell’Avvocato Fabio Repici alla notizia, diffusa alle agenzie di stampa giovedì 13 febbraio, relativa agli sviluppi delle indagini condotte dalla Procura Generale di Palermo sull’omicidio dell’agente di Polizia Nino Agostino e della moglie Ida Castelluccio, delitto commesso il 5 agosto 1989: la Procura Generale, coordinata dal dott. Roberto Scarpinato, ha notificato un avviso di conclusione indagini a Nino Madonia, Gaetano Scotto e Francesco Paolo Rizzuto e si appresta a chiedere il rinvio a giudizio per i tre indagati.

Questa giornata storica dimostra che quando c’è una magistratura libera e coraggiosa anche a trent’anni di distanza si possono raggiungere verità e giustizia. Per questo c’è gratitudine per Roberto Scarpinato, Nico Gozzo e Umberto De Giglio, oltre che per Luigi Patronaggio che avviò col Procuratore generale il lavoro concluso oggi e per la polizia giudiziaria che ha collaborato alle indagini della Procura generale. Questo risultato è stato raggiunto grazie soprattutto alla tenacia dei familiari di Nino Agostino, e in particolare dei genitori Vincenzo e Augusta, la cui dolcezza e la cui forza ci accompagneranno nel processo che sta per avviarsi. Un processo che sembrava un miraggio e che finalmente è a portata di mano, nel silenzio e nell’inerzia di tanti, a partire dalla Commissione antimafia nazionale e di quella regionale”.

Fabio Repici

Tratto da: 19luglio1992.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy