Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

cucchi ilaria stefano ospedaledi Ilaria Cucchi
Il maresciallo Mandolini ci fa causa. Ma io non sono preoccupata. Ho qualcos’altro a cui pensare in questi giorni.
I miei genitori non hanno voluto vedere il film #SullaMiaPelle in pubblico. Lo hanno guardato, appena uscito su Netflix, da soli, in casa. Era il 12 settembre. Da allora mio padre Giovanni lo guarda tutte le sante sere. Sono molto preoccupata. Ho paura di ciò che sente e pensa. Anche lui vorrebbe un finale diverso. Sicuramente.
Basterebbe che coloro che hanno pestato violentissimamente suo figlio ci chiedessero perdono. Col cuore in mano.
Basterebbe questo per restituire dignità ad una persona morta di dolore e senza diritti.
Ed invece ci fanno causa per la lesione alla loro immagine. Almeno quello che li ha protetti e non denunciati. Quello che ha deposto il falso facendo processare altri al posto loro.
Non riesco a distogliere mio padre dal quel film stupendo ma per lui dolorosamente difficile.
Ti abbraccio papà

Tratto da: facebook.com/Ilaria-Cucchi

ARTICOLI CORRELATI

Caso Cucchi, Ilaria denunciata da uno degli imputati al processo bis

Sulla mia pelle: l'atto di accusa di un film da vedere

Ti potrebbe interessare...

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy