Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

manca famiglia bigdi Simone Maurelli*
In seguito a quello che è avvenuto, vorrei scrivere qualcosa anche io riguardo Attilio Manca.
Ho conosciuto Attilio verso la fine del 2002, in quello che sta per diventare il nuovo reparto di urologia di Belcolle. Me lo ricordo come una persona dolce, garbata, di bell'aspetto. All’inizio era tutto complicato, mille cose da organizzare, tante persone da conoscere, un primario esigente che aveva bisogno di far subito bella figura e successivamente quando sono arrivate altre due persone abbiamo fatto una bella squadra. Nelle  difficoltà è nata una grande amicizia tra me e te, siamo riusciti a stemperare delle tensioni spesso grazie a delle battute; mi ricordo con piacere le nostre uscite insieme, la tua allegria, i tuoi sorrisi.
Ricordo con piacere la tua sincerità, la tua grande disponibilità, la tua nobiltà d'animo, soprattutto una grande generosità che finora non ho mai ritrovato a quei livelli.
Anche se solo per pochi anni, abbiamo passato soprattutto dei bei momenti insieme.
Ripensandoci mi spiace che io non abbia capito quel giorno che eri in difficoltà, tu forse per pudore non mi hai chiesto niente, né mi hai fatto capire niente. Qualcuno ti accusa adesso di aver fatto uso di eroina ma io, che in quegli anni ci vedevamo quasi tutti giorni, non ho mai avuto nessun sospetto riguardo, anzi, credo che questa storia sia tutta una montatura.
Più di una volta siamo stati insieme per tutta la giornata.
È veramente doloroso dover assistere assistere impotenti al tuo massacro mediatico.
Costoro non hanno mai visto quelle foto come le ho viste io, con gli stessi occhi, non hanno provato certamente il dolore che ho provato io.
Per me scrivere queste poche righe è stato doloroso come riaprire una ferita.
Attilio, non so cosa possano pensare gli altri ma per me sei sempre stato e sarai un caro amico.
Un abbraccio.

* Urologo presso l'ospedale Belcolle di Viterbo, amico ed ex collega di Attilio Manca

In foto: Attilio Manca insieme ai genitori. Angela e Gino

ARTICOLI CORRELATI

Caso Attilio Manca: lettera aperta a tutta la società civile
Missiva per: Di Matteo, Borsellino, Ciotti, Travaglio, Guzzanti, de Magistris, Maraini ed altri...

''Non lasciate che il rebus Manca venga liquidato e dimenticato''

Ingroia: ''Morte di Attilio Manca, abbiamo nuove prove''

Suicidate Attilio Manca

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy