Ria Novosti: bloccate tutte le strade. Il Ministero della Difesa ucraino ammette una situazione difficile su tutta la linea del fronte

Si chiude ogni giorno di più il cerchio attorno al tritacarne di Bakhmut, teatro di violentissime battaglie che dilaniano centinaia di vite ogni giorno.
Secondo il consigliere del capo ad interim della Repubblica popolare di Donetsk (DPR) Yan Gagin, intervistato da Ria Novosti, le forze russe hanno stabilito il controllo su tutte le strade che convergono sulla città e interrotto la fornitura di munizioni alla guarnigione delle Forze armate ucraine (APU), compresa la rotazione e il rifornimento della forza lavoro nemica.
In precedenza il capo della DPR Denis Pushilin, aveva affermato che i combattenti del gruppo Wagner avevano liberato Yagodnoye e Berkhovka vicino ad Artemovsk (Bakhmut) e ciò ha permesso di raggiungere gli insediamenti di Khromovo e Bogdanovka.
L’ultima conquista delle truppe di Mosca annunciata oggi dal quotidiano riguarda il microdistretto di Stupki. "Il microdistretto Stupki nel nord di Artemovsk è passato sotto il completo controllo dei combattenti del gruppo Wagner", ha affermato una fonte sempre a Ria Novosti.
Due giorni prima il consigliere del capo della DPR Igor Kimakovsky, affermava che le truppe ucraine avevano fatto saltare in aria una diga ad Artemovsk al fine di rallentare l'offensiva delle unità russe e creare condizioni inaccettabili per la vita della popolazione civile rimasta in città.
Secondo il corrispondente del quotidiano Izvestia Dmitry Astrakhan, gli ucraini, di fronte alla minaccia dell'accerchiamento, stanno cercando di opporsi con una feroce resistenza. I combattenti della Wagner parlano addirittura di alcuni primi campioni di veicoli blindati Leopard ricevuti dai paesi NATO, schierati vicino all’insediamento.
"Ora è giunto il momento in cui le ali dell'anello iniziano a ridursi e la minaccia di accerchiamento incombe sulla guarnigione ucraina" - ritiene l'esperto - “La perdita di Artemovsk avrà gravi conseguenze per il nemico. L'intero arco ucraino lungo Avdeevka, Maryinka e Artemovsk inizia a sgretolarsi. La nuova configurazione della linea di contatto sarà estremamente scomoda per le forze ucraine. Dovranno tornare indietro a Konstantinovka, Seversk e Kramatorsk… Questa è già praticamente l'ultima linea del nemico nel Donbass e da qui sarà estremamente problematico condurre operazioni offensive contro i territori centrali delle repubbliche di Donetsk”, ha spiegato Astrakhan, che ha concluso come Bakhmut rappresenti un importante punto fortificato che ha permesso a Kiev di avere un forte appoggio nel centro del Donbass.

Ministero della Difesa ucraino: situazione difficile su tutta la linea del fronte
Il viceministro della difesa ucraino Anna Malyar non ha usato mezzi termini per definire la situazione sulle prime linee:“Insomma e con parole semplici, la situazione al fronte è difficile”, ha scritto sul suo canale Telegram.
Secondo il funzionario, la direzione di Artemovsk presenta le maggiori difficoltà per l'esercito ucraino, osservando che le unità russe in quest'area stanno aumentando l'intensità delle operazioni di assalto, mentre presumibilmente usano "tattiche di logoramento e distruzione totale".

Pesanti perdite ucraine in direzione di Donetsk
Continua l’offensiva russa nel settore meridionale. Secondo il Ministero della Difesa di Mosca in direzione di Donetsk nelle ultime 24 ore l’Ucraina avrebbe perso 250 militari: "Nella direzione di Donetsk, a seguito delle continue operazioni offensive delle unità del Gruppo delle forze meridionali, supportate da attacchi aerei, fuoco di artiglieria e sistemi di lanciarazzi pesanti, oltre 250 militari ucraini, due carri armati, quattro veicoli corazzati da combattimento e un obice D-20 sono stati distrutti vicino alla città di Artemovsk della Repubblica popolare di Donetsk", si legge nel rapporto.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Guerra Ucraina, un anno dopo: nessuna luce in fondo al tunnel e il mondo è ancora spaccato

Putin spinge sulla guerra totale, stop a trattato Start: ''Nostro arsenale atomico è avanzato''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos