Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il ministero della Difesa di Taiwan ha confermato il lancio di "diversi missili balistici" da parte dell'Esercito popolare di liberazione (Pla) a partire dalle ore 13.46 locali (7.46 in Italia) nelle acque nordoccidentali e sudoccidentali dell'isola, in direzione dello Stretto di Taiwan.
In allerta principali città e porti, col rischio di lancio di missili convenzionali nei cieli sopra l'isola. Il flusso di navi commerciali e il traffico aereo rischiano la paralisi in quello che può diventare un vero e proprio blocco navale.  Come riposta le forze armate di Taipei hanno attivato i sistemi di difesa.
Durissimo il commento del ministro degli Esteri cinese Wang Yi al G7: "Sono gli Stati Uniti che hanno provocato i guai, la crisi e che continuano ad aumentare le tensioni". Il riferimento è chiaramente alla visita a Taipei della speaker della Camera Nancy Pelosi, la quale ha creato "un pessimo precedente se non viene corretto e contrastato" ha aggiunto il ministro. Inoltre la Cina ha annunciato il blocco alle esportazioni verso Taiwan di sabbia naturale, da cui si ricava il silicio utilizzato nella fabbricazione dei semiconduttori. Xi Jinping, alla vigilia del XX Congresso del Partito Comunista Cinese, non ha nessuna intenzione di mostrarsi debole e dopo non aver dato seguito alle minacce di abbattimento dell'aereo di Pelosi apparse su alcuni media cinesi, pare intenzionato a mettere in mostra uno show di forza senza precedenti sullo Stretto.

Le esercitazioni
Si tratta delle più grandi esercitazioni militari mai fatte intorno a Taiwan. I media ufficiali ricordano che si tratta "di manovre militari e d'addestramento su vasta scala" che includono lanci dal vivo di colpi di artiglieria e di missili in sei aree marittime off-limits a navigazione e sorvolo, in una prova di forza dell'Esercito popolare di liberazione. Più aree sconfinano nelle acque territoriali e interne di Taiwan, oltre che nella zona economica esclusiva del Giappone. La durata delle "manovre militari mirate" è estesa da domenica 7 agosto a lunedì 8 fino alle ore 10:00.
Il capo della diplomazia Ue Josep Borrell ha condannato le "esercitazioni militari mirate" della Cina intorno a Taiwan, osservando che la visita della speaker della Camera americana Nancy Pelosi sull'isola non è una motivazione valida. "Non c'è alcuna giustificazione per usare una visita come pretesto per un'attività militare aggressiva nello Stretto di Taiwan", ha scritto Borrell su Twitter. "È normale e di routine per i legislatori dei nostri Paesi viaggiare a livello internazionale. Incoraggiamo tutte le parti a mantenere la calma, esercitare moderazione e agire con trasparenza", ha aggiunto Borrell, a Phnom Penh per l'Asean.
I ministri degli Esteri dell'Asean, i 10 Paesi del sudest asiatico (Brunei, Cambogia, Indonesia, Laos, Malaysia, Myanmar, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam), hanno avvertito che la crescente situazione di tensione intorno a Taiwan potrebbe innescare "conflitti aperti".

Foto: it.depositphotos.com

ARTICOLI CORRELATI

Wang avverte gli Usa: ''Chi offende la Cina sarà punito''

Gli Stati Uniti direttamente coinvolti nelle ostilità in Ucraina


Si apre la via del grano al porto di Odessa mentre il conflitto continua in Ucraina

L'Ucraina lamenta forniture militari insufficienti, mentre i russi avanzano verso Artemovsk

Un'Ucraina in crisi militare rifiuta i negoziati e annuncia il contrattacco

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy