Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"In un'operazione della polizia della Colombia, della procura colombiana e delle autorità paraguayane, abbiamo catturato tutti i presunti responsabili, compreso l'autore materiale del procuratore paraguayano Marcelo Pecci”. A scrivere è il presidente della Colombia Ivan Duque che, con una nota su Twitter, ha aggiornato la nazione circa l’assassinio di Marcelo Pecci, il procuratore antimafia del Paraguay ucciso lo scorso 10 maggio presso una località balneare della Colombia mentre si trovava in viaggio di nozze. "Questi criminali sono a disposizione di un giudice di garanzia", ha aggiunto il presidente colombiano, rivendicando "la velocità” con cui hanno agito le autorità, "per mostrare al mondo che nessuno è sopra la legge".

Il procuratore è stato assassinato da sicari su una spiaggia dell'isola di Baru, non lontana dalla rinomata località turistica di Cartagena de las Indias, nel nord della Colombia. Pecci era tra i magistrati che aveva condotto la più grande operazione mai diretta dalla magistratura e dalla polizia contro il traffico di droga in Paraguay. Si tratta dell'operazione "A oltranza" avviata a febbraio, con oltre 100 perquisizioni simultanee, e ordini di cattura nei confronti di 30 esponenti di una estesa rete dedita al traffico e al riciclaggio. Solo nei primi giorni dell'operazione sono stati sequestrati beni per oltre 100 milioni di dollari. Secondo la magistratura l'organizzazione smantellata era legata ai sequestri di due ingenti carichi di cocaina effettuati in Belgio, per un totale di oltre 12 tonnellate, e un terzo in Olanda per oltre 4 tonnellate.

Secondo le prime ricostruzioni della stampa colombiana l'uomo, 45 anni, è stato attaccato da due persone armate che si sono avvicinate a bordo di una moto d'acqua, ed è morto durante il trasferimento in ospedale. Poche ore prima - uscita illesa dall'attentato - la moglie Claudia Aguilera aveva pubblicato un messaggio sui social annunciando la prima gravidanza della coppia. Il presidente del Paraguay, Mario Abdo Benitez, ha detto che l'assassinio di Pecci, magistrato molto stimato in patria, è un "lutto per tutta la nazione". "Condanniamo nei termini già duri questo tragico avvenimento e raddoppiamo l'impegno di lotta contro la criminalità organizzata", ha scritto il presidente in un messaggio pubblicato sul proprio profilo Twitter. Il governo della Colombia ha offerto 2 miliardi di pesos (circa 465 mila euro) come ricompensa per informazioni sui responsabili dell'assassinio.

ARTICOLI CORRELATI

Assassinato il pm Pecci in Colombia

Caso Marcelo Pecci, la 'Ndrangheta dietro l'omicidio?

Omicidio Pecci, il punto sulle indagini con l'ex magistrato Jorge Figueredo

Omicidio Pecci, Ingroia; ''Conosco l'efferatezza dei narcos, come mai non era protetto?''

Paraguay: il flash mob di Our Voice contro la mafia nel Paese: ''Giustizia per Pablo Medina e Marcelo Pecci!''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy