Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Alla parata del 9 maggio a Mosca volerà 'l'aereo del giorno del giudizio'

Nei prossimi giorni potrebbe prendere corpo la volontà, almeno da parte di alcuni, di risolvere il conflitto in modo pacifico: in una dichiarazione unanime il Consiglio di Sicurezza Onu ha espresso il suo “fermo sostegno” al segretario generale Antonio Guterres per “una soluzione pacifica” del conflitto in Ucraina. Il testo fornisce “forte sostegno” a Guterres “nella ricerca di una soluzione pacifica” alla guerra, pur se non arriva a sostenere la mediazione del segretario generale come previsto in una prima versione del testo. “L’Italia è pronta a diventare uno Stato garante nel quadro di un possibile trattato russo-ucraino che prevede la neutralità di Kiev”, ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a conclusione di The State of the Union a Firenze.

L'Ucraina sarebbe anche disposta ad accettare un accordo di pace di compromesso con la Russia se le forze di Mosca si ritirassero "sulle posizioni del 23 febbraio" ha detto il presidente Volodymyr Zelensky, intervenendo in video alla Chatham House, think tank britannico con sede a Londra, e lasciando intendere che almeno per ora Kiev non pretenderebbe la restituzione della Crimea, annessa dai russi nel 2014. "Da parte nostra non tutti i ponti diplomatici sono stati bruciati", ha poi precisato, evitando di avanzare richieste pure su quella parte del Donbass fra Donetsk e Lugansk sottratta a sua volta al controllo di Kiev dal 2014.

Ma non tutti si stanno muovendo per trovare un accordo. Infatti il presidente americano Joe Biden parteciperà domenica alla videochiamata con i leader del G7 e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in cui si discuterà di nuove sanzioni da imporre alla Russia, le cui forze militari, come riportato dall’agenzia Unian, hanno iniziato a bombardare Odessa lanciando missili.


biden joe ima 1579611

Il presidente degli Stati Uniti d'America, Joe Biden


Le forze di Mosca, ha riportato l’agenzia russa Ria Novosti, hanno inoltre permesso ad un bus con a bordo 12 persone, tra cui 4 bambini di lasciare l’acciaieria Azovstal di Mariupol. Infine in base alle ultime notizie l'Ucraina porrebbe attaccare il Ponte di Crimea il prossimo nove maggio, come riportato dal portavoce delle forze armate lettoni, Janis Slaidins, intervistato dalla radio di Stato lettone: "È una possibilità da tenere a mente, perché dopo aver ricevuto delle forniture belliche dai Paesi occidentali l'Ucraina ha l'opportunità di colpire un ponte strategicamente di grande importanza attraverso il quale passano i rifornimenti dalla Russia per le truppe impiegate sul fronte meridionale", ha concluso il portavoce.

Verso il 9 maggio
Alla parata militare che si terrà a Mosca il prossimo 9 maggio per celebrare la vittoria della Russia nella seconda guerra mondiale ci sarà anche l'aereo Ilyushin II-80, soprannominato 'aereo del giorno del giudizio'. Si tratta del velivolo che verrebbe utilizzato dal presidente russo nel caso di una guerra nucleare. Una sorta di 'Cremlino volante', insomma, da dove il capo dello Stato russo coordinerebbe la guerra. È dal 2010 che non si è visto alla sfilata del Giorno della Vittoria. Sopra la Piazza Rossa passeranno anche i bombardieri missilistici strategici Tu-160 per sottolineare la prontezza nucleare della Russia.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

NYT, Washington ha fornito informazioni a Kiev per uccidere generali russi e affondare il Moskva

Mosca simula attacchi con missili balistici nucleari

Atomica e Terza Guerra Mondiale, le analisi di Giulietto erano vere e tuonano come non mai
Giorgio Bongiovanni intervista Giulietto Chiesa

I Mercanti della Morte. Le lobby delle armi superano i 2mila miliardi di dollari
di Giorgio Bongiovanni

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy