Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Un intervento necessario dopo gli attacchi de "Il Riformista"

La giunta sezionale dell'Anm di Catanzaro ha espresso "solidarietà" al procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri e ha chiesto "un intervento del Consiglio superiore della magistratura a tutela del procuratore, che da decenni vive sotto scorta per il lavoro che svolge in Calabria contro l''Ndrangheta e i suoi favoreggiatori". La posizione è stata assunta, come spiegato in una nota, "con riferimento all'articolo pubblicato sul quotidiano Il Riformista, dal titolo 'Gratteri si accanisce contro Pittelli: non gli bastano due anni e mezzo di torture, senza prove lo vuole ancora in prigione', a firma di Piero Sansonetti". La giunta sezionale dell'Anm evidenzia che "non sono accettabili, pur nella libertà di critica, le affermazioni in esso contenute, che si traducono in un'aggressione verbale violenta nei confronti del procuratore della Repubblica di Catanzaro, a fronte di un atto legittimo, quale la proposizione di un appello avverso un'ordinanza di sostituzione di una misura cautelare, atto firmato da tutti i colleghi titolari del procedimento cosiddetto Rinascita-Scott". "L'autore del suddetto articolo - prosegue la nota - attaccando ripetutamente, con frasi offensive e non veritiere, il procuratore Nicola Gratteri, esprime altresì, in maniera non fraintendibile, l'idea che esista un collegamento tra la carriera in magistratura del procuratore Nicola Gratteri e la crescita della 'Ndrangheta: con l'obiettivo di delegittimare il lavoro di un magistrato, al contrario, quotidianamente impegnato nella lotta alla criminalità organizzata, lotta condotta attraverso gli strumenti dell'ordinamento giudiziario". La Giunta ritiene "non accettabile la campagna pressoché quotidiana portata avanti da 'Il Riformista' contro il procuratore di Catanzaro”.

Foto © Jacopo Bonfili

ARTICOLI CORRELATI

Csm archivia esposto su Gratteri. Di Matteo e Ardita favorevoli

Obiettivo ''Riformista'', dopo Di Matteo ecco Gratteri nel mirino

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy