Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il riferimento sulla morte del giovane responsabile della Comunicazione di Monte dei Paschi ieri trasmesso su LaC Tv

Quello della morte di David Rossi, giovane responsabile della Comunicazione di Monte dei Paschi di Siena, trovato cadavere il 6 marzo del 2013 nella strada dove si affacciava il suo ufficio, è uno dei misteri recenti che attanaglia il nostro Paese.
Bollato frettolosamente come un suicidio da qualche tempo è stata aperta una Commissione parlamentare d'inchiesta, presieduta da Pierantonio Zanettin, che senza mezzi termini lo scorso mese aveva affermato in maniera chiara: "Ci sono elementi che hanno portato alla tesi del suicidio che ci lasciano perplessi. Le ricostruzioni finora fatte non ci convincono del tutto e chiederemo una nuova perizia tecnica e anche un accertamento sui tabulati telefonici".
Adesso il caso torna a far rumore con LaC Tv che, durante la trasmissione dedicata al processo Rinascita-Scott, condotta da Pietro Comito e Pino Aprile, ha mandato in onda in esclusiva un'intercettazione che alimenta i sospetti su quella morte.
L'intercettazione riguarda l'avvocato Giancarlo Pittelli, imputato eccellente con l'accusa di concorso esterno nel maxiprocesso "Rinascita-Scott" (inchiesta compiuta in Calabria dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri).
Durante le indagini l'ex parlamentare di Forza Italia, in un'intercettazione con un interlocutore anonimo ha affermato in maniera certa: "Rossi non si è suicidato... Rossi è stato ucciso".
A questo punto sorge una domanda. Pittelli sa qualcosa su come avvenne la morte dell'ex responsabile della Comunicazione di Monte dei Paschi di Siena? Ci sono anche altri elementi che emergono dalle indagini?
Nell'intercettazione, comunque Pittelli, sembra di essere al corrente di fatti. E nel corso della conversazione il caso David Rossi viene persino accostato a casi storici come quello di Sindona e Calvi.
"In borsa – affermava l'ex parlamentare – sono dei folli sono". E l'interlocutore rispondeva: "La colpa ce l’ha Visco su Monte dei Paschi".
Da quel momento i due parlano di David Rossi. Pittelli: "Non dovevano far… non dovevano finanziarlo. E se riaprono l’indagine sulla morte di Rossi succederà un grosso casino... Se si sa chi lo ha ammazzato". Interlocutore ignoto: «Ma perché secondo te è morto di overdose…". Pittelli: "Non si è suicidato... non si è suicidato... Rossi non si è suicidato... Rossi è stato ucciso". Interlocutore ignoto: "Pure Calvi si è suicidato con le tasche piene di pietre... Ti ricordi, Sindona che si è suicidato in carcere con un caffè".
Alla tesi del suicidio, perché "sotto ricatto" per avere partecipato a festini a luci rosse, non ha mai creduto la famiglia di David Rossi. E più volte Carolina Orlandi, la figlia della vedova di David Rossi, ha lanciato un appello affinché "chi sa parli". E la scorsa settimana è tornato a farlo presso l'Aula del IV piano di Palazzo San Macuto, quando è stata audita dalla Commissione parlamentare di inchiesta.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy