Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

20210910 ingroia taormina

Ci sarà anche l'ex pm Antonio Ingroia tra i protagonisti a Taormina del "Gran Galà della Cultura e Legalità". Un appuntamento in programma fino a domenica che è stato presentato oggi nell'ufficio del sindaco, Mario Bolognari.
"E' un'iniziativa significativa e simbolica - ha detto Ingroia - e credo che questo incontro abbia indovinato il tema 'La Mafia non conviene'. Siamo in una fase di crisi a causa della pandemia. Una crisi economica gravissima di cui ancora non si vede la fine e purtroppo sappiamo, che un'organizzazione come la Mafia, che è un'organizzazione di economia criminale, tenta di approfittare dei momenti come questo per irrobustirsi ed insinuarsi nei gangli dell'economia strategica. Tenta, inoltre, di ingannare operatori e cittadini facendo credere che la Mafia conviene. Io credo, invece, che, dopo gli anni terribili delle stragi e l'emergenza Mafia e della reazione che ho vissuto a fianco di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, oggi si deve fare il salto di qualità. Dobbiamo convincere tutti che la legalità conviene". Inoltre l'ex pm ai microfoni dall'AdnKronos si è espresso anche per quanto riguarda la Riforma Cartabia aggiungendo che: "Sono assolutamente contrario alla riforma Cartabia e ritengo sia una vera e propria mostruosità giuridica che intacca la credibilità dello Stato, della politica, in questo caso la credibilità del governo. La riforma Cartabia - ha detto Ingroia - non risolve il problema principale, ovvero, i tempi del processo, i tempi della giustizia. Anzi - ha concluso l'ex pm - questa riforma introduce delle scappatoie, e delle scorciatoie e quella mostruosità giuridica che definisco l'improcedibilità che è peggiore, persino, della prescrizione".
Oltre al sindaco di Taormina ci sarà anche il giornalista Giampiero Calapà (che modererà la tavola rotonda sulla Mafia), Valeria Barbagallo (dell'associazione "Viva Voce", promotrice dell'iniziativa) e Santo Cicirò (rappresentante di Charm of Art).

VIDEO L'intervento al minuto 15' 05''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy