Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sirhan Sirhan era stato condannato all’ergastolo nel 1968 e oggi è pentito: “Kennedy era la speranza del mondo e ho ferito a tutti”

Dopo 53 anni di carcere sarà scarcerato Sirhan Sirhan, l'uomo condannato nel 1968 per l'assassinio del senatore Robert F. Kennedy. Sirhan, oggi settantasettenne, era stato condannato all'ergastolo. I due figli superstiti del senatore, Robert F. Kennedy Jr. e Douglas Kennedy, si erano espressi a favore della scarcerazione di Sirhan durante la sua sedicesima udienza presso la commissione per la libertà vigilata. "Sono sopraffatto dall'essere stato in grado di vedere Sirhan faccia a faccia", ha dichiarato Douglas Kennedy, "credo di aver vissuto la mia vita nella paura di lui e del suo nome, in un modo o nell'altro. E sono grato oggi di vederlo come un essere umano meritevole di compassione e amore".
Il fratello minore di John Fitzgerald Kennedy era stato ucciso il 6 giugno 1968 durante una campagna presidenziale che lo vedeva favorito. Poco dopo la mezzanotte, Kennedy aveva tenuto un discorso all'Ambassador Hotel di Los Angeles dopo aver vinto le primarie democratiche californiane.





Al termine del discorso, Sirhan era corso verso di lui e gli aveva sparato con una calibro 22. Un rifugiato palestinese cristiano, Sirhan aveva maturato odio nei confronti di Kennedy per il suo sostegno agli aiuti militari statunitensi per Israele. Sirhan Sirhan era stato condannato a morte il 17 aprile 1969 per l'omicidio del senatore di New York ma la sentenza era stata commutata in ergastolo nel 1972, quando la pena capitale fu abolita in California. Dopo un periodo di revisione di 90 giorni, la decisione della commissione per la libertà vigilata della California, che in precedenza aveva negato la richiesta del condannato per 15 volte, sarà deferita al governatore Gavin Newsom, che ha il potere di respingerla, modificarla o rinviarla. La commissione ha valutato ora che Sirhan non costituisca più una minaccia per la società. "E' passato più di mezzo secolo e quel giovane ragazzo impulsivo che ero non esiste più”, ha detto Sirhan durante l'ultima udienza, "il senatore Kennedy era la speranza del mondo e ho ferito e ho fatto del male a tutti e mi addolora rendermene conto, la coscienza di un atto così orribile".

In foto: Robert F. Kennedy il 14 Giugno 1963

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy