Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

L'aviazione israeliana ha lanciato bombe in prossimità di ospedali

Continua inesorabilmente l’offensiva israeliana “Guardiano delle Mura”, lanciata lo scorso 10 maggio dall’aviazione israeliana nella Striscia di Gaza. Il bilancio attuale è di 212 morti, di cui 61 bambini, e almeno 1.500 feriti. 17.000, invece, gli sfollati. Numeri che pesano sulle infrastrutture sanitarie gazawi, già duramente provate dalle precedenti operazioni militari e dal lungo assedio israeliano iniziato nel 2007.

La stampa locale e gli utenti sui social raccontano della devastazione degli ospedali e delle strade che vi conducono. Come quello di Shifa, il più importante della Striscia: le sue prossimità sono state bombardate, le strade divelte che impediscono alle ambulanze di arrivare. I feriti vengono portati a spalla tra le macerie. Le bombe israeliane hanno colpito anche strutture delle organizzazioni umanitarie come Medici senza Frontiere che ha subito danni alla propria clinica o l’ong Pcfr che ha subito danni negli uffici dell’edificio che la ospitava. Purtroppo tra le vittime dei raid c’è anche il dottor Ayman Abu al-Aouf, capo del dipartimento di medicina interna dell’ospedale Shifa e massimo esperto locale nella lotta al Covid-19 nella Striscia.

Ieri era giunta inoltre notizia di un imminente bombardamento alle due scuole dell’Unrwa Al Aqsa e Al Bouraq che stanno ospitando una parte dei 41mila sfollati che hanno trovato rifugio nelle strutture Onu. Ma alla fine il bombardamento non è stato effettuato, è probabile anche grazie all’immediata condanna della comunità internazionale.
Le bombe però continuano a piovere, Questa mattina una 50ina di missili, secondo l’agenzia stampa palestinese Wafa, sarebbero state sganciati in particolare nella zona nord, Beit Lahia e Jabalia.

ARTICOLI CORRELATI

Genocidio!

Allerta a Gaza: ''Israele vuole bombardare due scuole ONU ospitanti sfollati''

Manifestazione di solidarietà verso il popolo palestinese

Papa Francesco: ''In nome di Dio basta bombe su Gaza''

A Roma per la Palestina: Israele non è democrazia, ma apartheid e segregazione

Roger Waters a Joe Biden: ''Come reagiresti se bombardassero la tua casa?''

Gaza: tra stallo ONU, carezze USA e ''attenzione'' della CPI muoiono ancora civili

Un urlo per la Palestina: ''A Gaza bambini trucidati ed oppressione di un popolo''

Palestina: salgono a 30 i palestinesi uccisi a Gaza, 13 i bambini

Unicef, tra Gaza e Israele uccisi almeno 15 bambini

Palestina: sangue e menzogne

Facciamo pace a Gerusalemme

Palestina: Israele bombarda la Striscia di Gaza, 9 morti di cui 3 bambini

Rai e Palestina, non chiamatelo ''servizio pubblico’'

Sentenza storica, la Cpi dice sì all'indagine su Israele per crimini di guerra

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy