Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il messaggio del cantante dei Pink Floyd a RT: “I governi mondiali dovrebbero smettere di finanziare Israele”

“I governi mondiali devono cessare tutti gli aiuti militari a Israele e chiedere la fine del suo feroce attacco a Gaza”, a dirlo a RT è Roger Waters, la rockstar co-fondatore della leggendaria band Pink Floyd.
Alla domanda se si aspetta che Tel Aviv interrompa la sua offensiva in qualsiasi momento sulla scia del quarto giorno di combattimenti tra le forze israeliane e gruppi di milizie palestinesi a Gaza, Waters ha espresso pessimismo, dicendo al giornalista Eunan O'Neill che l'assalto finirà solo sotto pressione dalla comunità internazionale.
“A meno che non venga esercitata una certa pressione sul governo israeliano per fermare il loro feroce e micidiale attacco a Gaza, non si fermeranno di propria iniziativa. Non cambieranno improvvisamente le politiche", ha spiegato, aggiungendo che l'assistenza militare attraverso gli aiuti esteri dovrebbe essere tra i primi elementi sul tagliere.
"La comunità internazionale, rappresentata dai suoi governi - e sto parlando in particolare dei governi occidentali ora - dovrebbe tagliare tutti gli aiuti militari a Israele".
Parlando della fattibilità a lungo termine dell'attuale situazione a Gaza, che rimane sotto uno stretto blocco israeliano, e nella Cisgiordania occupata, Waters ha ricordato che la situazione è semplicemente "insostenibile", ma allo stesso tempo si è mostrato fiducioso.
“Non è un futuro che possa sopravvivere. L'opinione pubblica sta cambiando in tutto il mondo, a un ritmo enormemente crescente ogni anno", aggiungendo: "Non gli sarà permesso di farla franca dalla società civile globale, a mio avviso".
Questo cambiamento potrebbe non essere soggetto all'attuale amministrazione statunitense, tuttavia, poiché Waters ha ribadito che Joe Biden non ha mostrato alcun interesse ad alterare il rapporto estremamente stretto di Washington con Tel Aviv.
"Nel momento in cui è stato insediato come presidente degli Stati Uniti, ha detto di essere il più grande amico che Israele abbia mai avuto", ha sottolineato Waters a proposito di Biden. "Continuerà a dare loro 3,8 miliardi di dollari all'anno in aiuti militari, e non trasferirà l'ambasciata americana da Gerusalemme a Tel Aviv".
"In effetti, non apporterà alcun cambiamento. Non intraprenderà alcuna azione sugli accordi ... ha semplicemente detto che è carta bianca. Fai quello che vuoi, uccidili tutti se vuoi. Joe Biden non ha alcun interesse per i diritti umani". Il frontman dei Pink Floyd ha quindi rivolto una domanda scomoda e provocatoria al presidente degli Stati Uniti in un Tweet: “Hey Joe Biden, quando è stata l'ultima volta che sei stato sfrattato o bombardato? Ti piacerebbe?”.

ARTICOLI CORRELATI

Roger Waters in Uruguay, l'attivista pro Palestina, esempio di coscienza

Genocidio!

Gaza: tra stallo ONU, carezze USA e ''attenzione'' della CPI muoiono ancora civili

Un urlo per la Palestina: ''A Gaza bambini trucidati ed oppressione di un popolo''

Palestina: salgono a 30 i palestinesi uccisi a Gaza, 13 i bambini

Unicef, tra Gaza e Israele uccisi almeno 15 bambini

Palestina: sangue e menzogne

Facciamo pace a Gerusalemme

Palestina: Israele bombarda la Striscia di Gaza, 9 morti di cui 3 bambini

Rai e Palestina, non chiamatelo ''servizio pubblico’'

Sentenza storica, la Cpi dice sì all'indagine su Israele per crimini di guerra

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy