Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Stamattina la Dia ha sequestrato ben 13 milioni di euro a Franco Gigliotti. Titolare e socio di numerose imprese aventi un ingente volume d'affari, in larga parte radicate in Emilia Romagna, Franco Gigliotti, pluripregiudicato, punto di riferimento della consorteria 'ndranghetistica cirotana, tanto da divenire ad essa organica, risulta sostanzialmente assumere il ruolo di finanziatore del sodalizio mafioso, mettendo a disposizione dell'organizzazione criminale, per il perseguimento degli interessi del sodalizio, le proprie risorse economiche e attività imprenditoriali, assumendo altresì all'interno delle proprie aziende persone selezionate dal 'direttorio' della cosca, anche allo scopo di 'proteggere' l'attività imprenditoriale da pressioni eversive di altri clan". A commentare l'operazione è il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra. "Il mio plauso va alla magistratura, alla Dia, a tutti gli uomini e le donne delle forze dell'ordine - aggiunge - Mi chiedo se la politica veda quanto sta accadendo. Solo in questa settimana abbiamo avuto sequestri per un controvalore di mezzo miliardo di euro. Non vorrei che ormai sentire parlare di decine, centinaia di milioni di euro sia un ritornello che non faccia capire la vera forza delle mafie. E mi chiedo, altresì, cosa sarebbe se tutta la politica fosse concentrata su questo tema della lotta alle mafie, se comprendesse che i miliardi di euro necessari del recovery li abbiamo proprio in casa, ma in mani criminali".

Foto © Marco Vasini/parma.repubblica.it

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy