Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Gratteri: "E' una vetrina per l'Italia che combatte le mafie"

A Lamezia Terme è stata inaugurata, alla presenza del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e del procuratore Nicola Gratteri, l'aula bunker all'interno della Fondazione Terina, che ospiterà il maxi processo "Rinascita-Scott" contro la 'Ndrangheta vibonese.
Sono 355 i rinviati a giudizio nel procedimento il cui filone principale inizierà il prossimo 13 gennaio nella struttura la cui riqualificazione è costata circa cinque milioni di euro. Oltre al Guardasigilli, erano presenti anche il presidente della Corte d'Appello di Catanzaro, Domenico Introcaso, il procuratore generale Beniamino Calabrese, il procuratore della Repubblica, Nicola Gratteri, il presidente del tribunale di Catanzaro, Rodolfo Palermo, il procuratore di Vibo Valentia, Camillo Falvo, e il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì. L'aula bunker si estende su 3.300 metri quadri e prevede, solo per gli avvocati, oltre 600 posti distanziati nel rispetto delle norme anti-Covid. Scrivanie e sedie fissate al pavimento saranno dotate di telefono, presa per il pc, e altri supporti necessari. All'aula bunker si accede tramite tre ingressi: uno per il pubblico, uno per i magistrati e uno per avvocati e imputati. Lungo tutta l'aula sono distribuiti numerosi monitor e saranno possibili 150 videocollegamenti contemporaneamente. La struttura è video collegata ad un sistema centralizzato di sicurezza che invia eventuali segnali alle centrali operative di Carabinieri, Finanza e Polizia. Sono previsti oltre 300 posti per gli imputati a piede libero e uno spazio per il pubblico. "Si tratta di una vetrina per l'Italia che combatte le mafie", ha detto il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri. "C'è un'attenzione mediatica mondiale. - ha aggiunto - Questa è un'aula all'avanguardia, basti pensare che ci sono 64 telecamere di controllo, il massimo per questo Paese".

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy