Dopo le reticenze, Gasparri nomina Barelli come 40esimo membro del gruppo di lavoro. Ora Camera e Senato eleggeranno il presidente della Commissione

Prende il via la commissione parlamentare sulla scomparsa di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori. Senato e Camera, dopo mesi di attesa e polemiche, hanno dato vita a una commissione d'inchiesta per fare luce su uno dei più grandi misteri della storia recente d’Italia.
Da una parte c’è Emanuela Orlandi, cittadina vaticana, figlia di un messo pontificio. Dall’altra Mirella Gregori una ragazza romana, figlia di un gestore di un bar. Entrambe sono svanite nel nulla nel 1983.
Tutte le indagini dell'epoca, sebbene le due non si conoscessero, hanno portato sempre alla pista vaticana.
Numerosissime le ipotesi avanzate negli anni che però non hanno mai trovato conferme e nemmeno una collaborazione dell'autorità giudiziaria dello Stato Pontificio. Solo l’anno scorso, 40 anni dopo, il Vaticano, su spinta del Papa ha, per la prima volta, aperto un'indagine. Anche la procura di Roma ha dato vita ad una nuova inchiesta, la terza. Ora indagherà sul mistero anche il Parlamento. L’avvio dell’inchiesta è stato ritardato da mesi di silenzi e reticenze da parte dalla maggioranza. In particolare dall’on. Maurizio Gasparri, capogruppo di Forza Italia al Senato che fino a qualche giorno fa non aveva ancora presentato i due nomi mancanti per il via alla Commissione parlamentare d'indagine. Ora Gasparri ha mollato il piede dal freno nominando il deputato Paolo Barelli.
"Le commissioni si moltiplicano inutilmente per eleggere presidenti e animare polemiche. E non si dovrebbero formare per accontentare singoli o familiari, per quanto feriti, che devono chiedere alla inerte magistratura risposte che non troveranno in parlamento”, è stata la polemica sollevata dal senatore. Ora che ci sono tutti i nomi sufficienti ad avviare i lavori, i presidenti di Camera e Senato riuniranno 40 tra deputati e senatori per eleggere il presidente della commissione, che avrà poteri d'indagine del tutto simili a quelli della magistratura inquirente.


I 40 nomi

Per Fratelli d’Italia ci sono i deputati Tommaso Foti, Dario Iaia, Fabio Trancassini, Luciano Ciocchetti, Fabio Roscani e Carolina Varchi. Con loro anche i senatori Andrea De Priamo, Marco Scurria, Gianni Rosa, Domenico Matera ed Ernesto Rapani.
Per la Lega ecco i deputati Augusto Marchetti, l’ex magistrata Simonetta Matone e Massimiliano Panizzut. Ci sono anche i senatori Marza Bizzotto, Andrea Paganella e Daisy Pirovano.
Per il Movimento 5 Stelle ci sono i deputati Francesco Silvestri e Stefania Ascari, nonché i senatori Alessandra Maiorino e Luigi Nave.
Per il Pd dalla Camera ci sono Roberto Morassut, Federico Gianassi e Gianni Cuperlo. Per il Senato Dario Parrini, Simona Malpezzi e Walter Verini.
Per il Gruppo Misto ci sono Luca Pastorino e Carlo Calenda. Nel gruppo di Azione c’è la deputata Giulia Pastorella. E per Italia Viva, infine, il deputato Luigi Marattin e il senatore Claudio Borghi.
"La famiglia Orlandi, dopo aver appreso da fonti parlamentari che tutti i capigruppo hanno comunicato i nominativi dei quaranta parlamentari che andranno a comporre la Commissione d'inchiesta sulla scomparsa di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori, ringrazia i Presidenti di Camera e Senato che quanto prima convocheranno i parlamentari designati e augura a questi ultimi buon lavoro". Così una nota del legale della famiglia Orlandi, Laura Sgrò.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos