La Corte d'Appello di Messina, riformando la sentenza di primo grado, ha assolto dall’accusa di abuso d'ufficio, con la formula "perché il fatto non sussiste”, l'ex procuratore di Ragusa e poi procuratore aggiunto di Catania Carmelo Petralia, oggi in pensione.
Il 29 settembre del 2021 il Gup Fabio Pagana lo aveva condannato a un anno, pena sospesa. In seguito la Procura generale aveva chiesto la conferma della sentenza.
Secondo l'accusa, Petralia, in qualità di Procuratore di Ragusa, avrebbe allora volontariamente omesso di indagare per presunti reati fiscali su un amico, l'imprenditore Giovanni Giudice, non astenendosi dalla titolarità dell'inchiesta, non esercitando per sei anni l'azione penale e facendo prescrivere il fascicolo.
Il magistrato, difeso da Marcello Maddalena, si è sempre proclamato innocente sostenendo che non c'era alcun obbligo di astensione nonostante ci fossero rapporti con l'indagato e che le intercettazioni prodotte dai pm sarebbero state inutilizzabili. L'indagine venne avviata a Catania e poi trasmessa a Messina per competenza.
I giudici si sono riservati 90 giorni per il deposito delle motivazioni.
Ricordiamo inoltre che il 4 ottobre 2021 questo giornale aveva pubblicato un comunicato di Flavia Petralia al cui interno Carmelo Petralia aveva sottolineato un fatto assai grave: “l’indagine è partita da un falso dossier”.
La vicenda ha “preso inizio dall’acquisizione in un fascicolo processuale della Procura di Catania di un dossier rivelatosi falso. Non posso andare oltre, ma diciamo subito che, se quanto riportatovi fosse stato vero, sarebbe stato in astratto possibile sospettare una mia condiscendenza (anche giudiziaria) nei confronti di un imprenditore del Ragusano. Ho chiesto inutilmente già tre anni fa che venisse accertato chi e come avesse introdotto un tale documento. Continuo a non saperlo, ma in compenso, esaminando ora gli atti, ho visto come la Procura di Catania, muovendosi proprio da quel documento aveva svolto e delegato indagini su di me e su miei familiari”.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Condannato per abuso d'ufficio, ex Procuratore Petralia si difende: ''Indagine è partita da un falso Dossier''

Per quanto tempo ancora? Lettera della figlia del pm Petralia in risposta alle accuse di Fiammetta Borsellino

Depistaggio via d'Amelio, il gip archivia l'inchiesta su pm Palma e Petralia

Via d'Amelio: gip si riserva su richiesta archiviazione per Palma e Petralia

Depistaggio via d'Amelio: fissata udienza per discutere richiesta archiviazione Palma e Petralia

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy