Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ieri il plenum del Csm presieduto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella, ha indicato come nuovo procuratore generale della Cassazione, al posto di Giovanni Salvi, che il 9 luglio lascerà, il suo "vice" Luigi Salvato, attuale procuratore generale aggiunto della Cassazione. Il pg in forza al ‘Palazzaccio’ è titolare dell'azione disciplinare nei confronti dei magistrati, insieme con il ministro della Giustizia, e componente di diritto del Csm. La nomina è passata a maggioranza: 17 i voti a favore contro otto e un astenuto. Il relatore Michele Ciambellini (Unicost) ha elencato i titoli specifici che a suo parere hanno fatto prevalere Salvato sul Pg di Napoli Luigi Riello, a cominciare dai quattro anni di funzioni direttive in Cassazione, prima come avvocato generale e poi, dal 2020, come procuratore generale aggiunto. Ma è stata forse la netta scelta di campo di Giovanni Salvi, intervenuto durante il plenum, a convincere gli indecisi. Al nuovo Pg, che aveva chiesto e ottenuto la rimozione dalla magistratura dell'ex presidente dell'Anm Luca Palamara, sono arrivati poi gli auguri di buon lavoro da Mattarella.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Il Csm promuove Francesco Lo Voi come Procuratore di Roma

Il Csm sbaglia ancora!

Il Csm approva il piano elettorale per le toghe del ministro Cartabia

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy