Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sono state condannate a 23 anni di carcere le quattro persone accusate dell'omicidio del procuratore anti-mafia paraguayano Marcelo Pecci, ucciso durante la sua luna di miele in Colombia. Pecci è stato ucciso in una spiaggia privata a Baru. Indagava su casi di corruzione di alto profilo e riciclaggio in Paraguay e sul traffico di droga a livello internazionale. Faceva parte di "A Ultranza Py", la più grande operazione contro il traffico di cocaina e il riciclaggio della storia del Paraguay che ha interrotto una rete di spaccio dalla Colombia e dalla Bolivia attraverso il Paraguay verso l'Europa. Le autorità colombiane ritengono che l'omicidio sia stato commissionato e organizzato da gruppi. Oltre ai quattro soggetti si era aggiunta una quinta persona coinvolta nel caso, dichiarata innocente, e un sesto sospettato resta in fuga. Secondo le autorità colombiane la gang brasiliana First Capital Command, principale esportatore di cocaina, è coinvolta nell'omicidio ma non è stato possibile identificare il mandante. Gli uomini del commando sono stati pagati 500mila dollari per l'aggressione. Due ore prima dell'omicidio, la moglie del procuratore, la giornalista Claudia Aguilera, aveva postato una foto su Instagram annunciando la gravidanza. "Due uomini hanno attaccato Marcelo, sono arrivati su una piccola barca o un jet ski, non ho visto bene in verità", ha raccontato a El Tiempo. Appena scesi, uno degli uomini ha sparato due vote "senza dire una parola. Lo ha colpito in faccia e sulla schiena".

ARTICOLI CORRELATI

I preparativi, l'agguato e la fuga in moto d'acqua. Ecco come è stato ucciso il pm Pecci

Caso Pecci: PPC aveva l'ordine di uccidere il procuratore in Paraguay, ma non lo fece

Caso Pecci: sicario minaccia di morte giudice e procuratore durante l'udienza

Marcelo Pecci: arrestati tutti i responsabili dell'omicidio del procuratore paraguayano

Assassinato il pm Pecci in Colombia

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy