Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

E' stato definitivamente prosciolto in Cassazione dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, Giuseppe Pagliani (in foto), ex consigliere provinciale e comunale di Forza Italia e Pdl a Reggio Emilia. A darne notizia è la stampa locale. Il politico, di professione avvocato, venne arrestato il 28 gennaio 2015 nell'ambito dell'operazione 'Aemilia' contro la cosca di 'Ndrangheta emiliana. Trascorse in cella tre settimane prima che il Riesame lo liberasse. Nel processo, fu assolto in abbreviato, nel primo grado di giudizio. La Procura impugnò e fece ricorso in Appello dove venne condannato a 4 anni. La difesa - rappresentata dall'avvocato Alessandro Sivelli - ha fatto quindi ricorso in Cassazione dove venne disposto un nuovo processo conclusosi poi con l'assoluzione impugnata ancora dalla Procura generale d'Appello. Ieri in Cassazione la fine della battaglia giudiziaria: ricorso inammissibile. "Mi libero da un fardello folle - ha dichiarato Pagliani ai giornali reggiani - e da un attacco personale e politico senza precedenti in questa provincia. Se fossi stato di sinistra, mai avrei patito un'accusa così ridicola".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy