Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

È stata rinviata al 10 giugno l’udienza del processo sull’omicidio di Antonino Agostino che vede alla sbarra il boss dell’Acquasanta Gaetano Scotto (imputato per omicidio) e l’ex amico del poliziotto ucciso assieme alla moglie Ida Castelluccio il 5 agosto 1989, Francesco Paolo Rizzuto (imputato per favoreggiamento aggravato). Il presidente della Corte D’Assise di Palermo Sergio Gullotta ha notificato alle parti, a inizio udienza, l’assenza, per contagio da Covid-19, della giudice a latere Monica Sammartino. Pertanto, preso atto della diversa composizione della Corte, il presidente ha stabilito il rinvio alla prossima udienza che già era stata calendata in cui verranno sentiti Salvatore Di Prima, Giuseppe Ferrara, Franchino Valentino Iannì e Alfonso Sansone. Il 16 giugno, invece, verranno auditi in aula i collaboratori di giustizia che dovevano essere auditi questa mattina: Antonino Lo Giudice, Consolato Villani e Francesco Marino Mannoia, oltre all’ex capitano dei carabinieri Saverio Spataro Tracuzzi, imputato in procedimento connesso.

Foto © Emanuele Di Stefano

ARTICOLI CORRELATI

Processo Agostino, tra ''non ricordo'' e giustificazioni sentiti Guiglia e Belcamino

Processo Agostino: dalle parole di Falcone a quel ''30% di poliziotti nei servizi segreti''

Processo Agostino, Attilio Bolzoni e quell'incontro con ''Faccia da mostro''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy