Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Le audizioni dell'ex presidente di Mps Giuseppe Mussari e del pm Aldo Natalini sono previste la prossima settimana in Commissione di inchiesta sulla morte di David Rossi. Mussari sarà sentito mercoledì 16 febbraio, nel pomeriggio, mentre giovedì alle ore 13.30 sarà ascoltato Natalini, che all'epoca dei fatti indagò sul caso. In particolare l'audizione di Mussari è molto attesa non solo per il ruolo che ricopriva all'epoca o perché conosceva bene David Rossi
Infatti, in un' intercettazione del 30 marzo 2018 tra l'avvocato Giancarlo Pittelli, imputato nel processo Rinascita scott, ed un misterioso interlocutore si commentatava: "Se riaprono l’indagine sulla morte di Rossi succederà un casino grosso… Non si è suicidato! Non si è suicidato! Rossi non si è suicidato! Rossi è stato ucciso”. 
Secondo Pittelli, dunque, Rossi non si sarebbe suicidato ma è stato ucciso.
La domanda che si sono fatti gli inquirenti è semplice: da chi ha appreso la notizia Pittelli? Tra le ipotesi sul tavolo la possibilità che possa aver saputo una talenotizia proprio da Giuseppe Mussari. L'ex presidente di Banca Mps è infatti uno dei legali di fiducia del penalista. Mussari, ovviamente, ha smentito categoricamente una tale ricostruzione e bolla le ricostruzioni di alcuni media nazionali come errate. Illazioni che definisce “devastanti” in un’intervista rilasciata qualche mese addietro a “La Nazione”. Mussari ha escluso anche la ricostruzione secondo cui sarebbe proprio lui il mister X con cui Pittelli parlava, presentando una ricostruzione temporale che riguarda le tempistiche della conoscenza tra i due e quelle inerenti l'inoltro dei messaggi: "Dal tenore del primo messaggio - ha dichiarato l'ex presidente di Mps - io do del lei a Pittelli, e solo dopo il suo espresso invito, gli do del tu. A dimostrazione che non lo conoscevo prima di questo scambio. Pittelli - insiste Mussari - è stato intercettato dal 22 gennaio al 6 dicembre 2018 e prima del mio sms del 26 maggio non c'è stato nessun rapporto o conversazione. I contenuti della conversazione con mister X del 30 marzo su David Rossi, sono da ascriversi esclusivamente all'avvocato Pittelli e non riferibili in alcun modo a me". 
L'audizione di Mussari in Commissione si sarebbe dovuta svolgere il 13 gennaio, ma saltò a causa della presentazione di un certificato medico. E' stata dunque calendarizzata nuovamente dalla Commissione per il 16 febbraio. Occhi puntati anche sull'audizione di Natalini che la Commissione ha deciso di ascoltare alla luce delle dichiarazioni rilasciate dal colonnello Pasquale Aglieco, ex comandante provinciale dei carabinieri di Siena, sulle modalità del sopralluogo degli inquirenti. Giovedì scorso la Commissione ha ascoltato il pm Antonino Nastasi, giovedì sarà sentito Natalini mentre il 24 febbraio è in programma l'audizione dell'altro pm presente quella sera, Nicola Marini.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Caso Rossi. Il pm Nastasi respinge la versione di Aglieco: ''Falsità, non insabbiammo''

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy