Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Procura generale di Perugia ha impugnato la sentenza del Gup di Perugia che, lo scorso 15 ottobre, ha dichiarato il 'non luogo a procedere' nei confronti di Luca Palamara per le accuse di rivelazione di segreto d'ufficio in concorso con l'ex procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio. La notizia è stata resa nota dalla stessa procura generale attraverso una nota a firma del procuratore generale Sergio Sottani. Secondo quanto riferito dalla procura, la rivelazione delle notizie comunicate il 3 aprile 2019 al collega Palamara da parte di Fuzio, quale componente del Comitato di Presidenza del Csm, non erano coperte da segreto d'ufficio, in quanto ancora non secretate dal Csm, per cui si è ritenuto che il fatto non sussiste. Se per un verso, spiega l'ufficio giudiziario di Perugia, "la decisione del Tribunale riconosce il concorso di ambedue i magistrati nella condotta rivelatrice di notizie d'ufficio, ad avviso della Procura generale perugina l'allora procuratore generale della Cassazione, quale membro di diritto del Comitato di Presidenza del Csm, era tenuto, proprio per la sua funzione, ad osservare il segreto sugli atti di cui era venuto a conoscenza, che nello specifico erano costituiti dal contenuto di un esposto presentato da un magistrato nei confronti dell'allora Procuratore della Repubblica di Roma". Per cui, prosegue la nota, l'aver comunicato le notizie per telefono a Palamara, "ha costituito violazione del segreto a cui il magistrato, anche quale titolare del potere di azione disciplinare, era comunque tenuto". Per queste considerazioni la Procura generale perugina ha chiesto che la Corte d'appello disponga il rinvio a giudizio dell'imputato Luca Palamara.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Luca Palamara rinviato a giudizio per rivelazione ma prosciolto da due accuse

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy