Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ora i partiti potranno effettuare verifiche preventive sulle candidature con procedure garantite dal massimo riserbo

La Commissione parlamentare Antimafia ha approvato una importante modifica al codice di autoregolamentazione sul controllo delle liste elettorali: il testo introduce un procedimento facoltativo che consente ai partiti e ai candidati a presidente di Regione e a sindaco di sottoporre ai controlli della Commissione, con anticipo, le liste provvisorie, in modo da consentire la sostituzione di candidati eventualmente ritenuti "Impresentabili". Attualmente infatti gli esiti dei controlli della Commissione Antimafia arrivano a ridosso del voto, quando le liste sono già depositate.
La novità al nuovo codice di autoregolamentazione sul controllo delle liste elettorali è stata presentata dal deputato di Fratelli d'Italia Wanda Ferro, correlatore il senatore M5S Marco Pellegrini. Il testo è stato approvato all'unanimità e senza modifiche. Con la modifica del regolamento si dà la possibilità ai partiti di effettuare delle verifiche preventive sulle candidature attraverso una procedura garantita dal massimo riserbo. "Sono soddisfatta del consenso unanime sulla proposta - commenta Wanda Ferro, segretario della Commissione parlamentare Antimafia - perché evidenzia una particolare sensibilità da parte di tutte le forze politiche sul tema della pulizia delle liste. Purtroppo nessun partito è stato esente da incidenti di percorso. Anche se, come è evidente, i partiti non possono essere a conoscenza di situazioni coperte da segreto investigativo, con il nuovo regolamento si dà la possibilità di definire le liste con una maggiore consapevolezza delle situazioni di rilevanza penale degli aspiranti candidati, anziché limitarsi a fornire una black list di nomi che restano comunque in corsa. Ringrazio l'intero ufficio di presidenza, i colleghi del gruppo di Fdi Luca Ciriani e Antonio Iannone e i tecnici che hanno collaborato alla stesura del testo e tutti i parlamentari della Commissione che hanno condiviso questa battaglia di trasparenza nei confronti dei cittadini".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy