Il Csm incoraggi i magistrati che ricercano le grandi collusioni tra mafia e istituzioni

Ieri c’è stata la discussione sulla nuova circolare che riguarda le Procure della Repubblica.
È un tema delicato perché il nuovo ordinamento giudiziario ha gerarchizzato questi uffici con il rischio di rendere meno efficace e più burocratica la loro azione. Dunque oggi se si deve intervenire occorre prendere una posizione chiara e spiegare da che parte sta il CSM: dalla parte delle procure che indagano, si espongono e contrastano i gravi fenomeni criminali e le collusioni tra criminalità e potere.
Insieme a Nino Di Matteo abbiamo dunque insistito su questi aspetti.
Personalmente ho ritenuto che occorre dare un segnale chiaro, e cioè che il Csm non vuole una gestione burocratica della procura, ma incoraggia quei pm che ricercano le grandi collusioni tra mafia e istituzioni, le deviazioni della politica e dei soggetti istituzionali e i fenomeni di corruzione.
Nino Di Matteo ha presentato alcuni rilevanti emendamenti che abbiamo sostenuto e votato, anche se non tutti sono stati approvati dall’assemblea plenaria. Nel suo intervento ha rilevato come occorra maggiore trasparenza delle scelte dei procuratori, per la pari dignità e per la tutela dell'autonomia e indipendenza dei pm, oggi esposta a attacchi interni ancora più subdoli degli attacchi esterni; ma che per combattere la gerarchizzazione delle procure non dobbiamo avallare derive di ulteriore burocratizzazione.
Insomma avendo già la mente a quando, presto, torneremo nelle procure della Repubblica, ci auguriamo che il CSM sia sempre un sostegno - e mai uno spauracchio - per i magistrati che ci mettono il cuore e dimostrano intelligenza, coraggio e passione.
(Prima pubblicazione: 11 dicembre 2020)

Tratto da: facebook.com/CataniaBene

Foto © Giorgio Barbagallo

ARTICOLI CORRELATI


Dal Csm nuove regole per i Procuratori capi e gli uffici

Riforma Csm, Di Matteo lancia allarme: ''E' demagogica e aumenterà potere delle correnti''

Di Matteo: ''Necessaria riforma elettorale del Csm che spezzi il vincolo degli eletti con le correnti''

Di Matteo: ''Al Csm possibile dare una spallata al sistema invaso da un cancro''

Riforma Csm, Ardita: ''Nuovo sistema renderà più forti le correnti penalizzando gli indipendenti''

La mediocre, anzi, scarsa riforma Bonafede sul Csm

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy